cinema teatro
Venerdì 22.06.2018

“Storie del dormiveglia” premiato
al Biografilm Festival

In occasione della cerimonia di premiazione della 14esima edizione di Biografilm Festival, tenutasi mercoledì 20 giugno presso l'Oratorio S. Filippo Neri, la giuria Biografilm Italia ha assegnato il premio “Best Film Yoga Award” al documentario “Storie del dormiveglia” di Luca Magi, prodotto in collaborazione con Antoniano.

In “Storie del dormiveglia” il regista Luca Maginarra le vicissitudini di alcuni ospiti del centro di accoglienza notturno Rostom di Bologna, nel periodo in cui era gestito da Antoniano e Piazza Grande.

La giuria di “Best Film Yoga Award” di Biografilm Italia 2018 ha voluto premiare il talentuoso filmmaker e la sua opera “per la sua profonda consapevolezza del mezzo cinematografico e il suo forte punto di vista. Per l’abilità di trasferire su tela la visione del regista, utilizzando un linguaggio visivo unico.”

Grande soddisfazione quindi per il regista Luca Magi che afferma “Il film porta al centro dell’attenzione dei temi che sono sempre un po’ trascurati, anche in una città come Bologna molto attiva nell’ambito sociale. Ci sono moltissime persone, oltre quelle che si riesce a seguire, che rimangono da assistere. È molto importante quindi che se ne parli e che lo si faccia a livello nazionale.” E ancora prosegue – “Sempre di più la gente si sta allontanando dall’idea di identificarsi con l’altro. Secondo me il cinema, almeno nel mio caso, è stato utilizzato proprio per mettere in campo le potenzialità espressive in funzione dei contenuti che trasmettono le persone della struttura in cui lavoravo. Non è un film facile e sono contento che il mio messaggio sia giunto a molti.”


Questo premio non è solo un grande segno di riconoscimento al regista Luca Magi e al produttore Claudio Giapponesi, ma anche a tutti gli ospiti e operatori che hanno reso possibile il tutto.  Tanto entusiasmo, infatti, anche in casa Antoniano.

Fabrizio Palaferri - produttore esecutivo di Antoniano coinvolto nella co-produzione del documentario– emozionato, durante la presentazione di giovedì 21 avvenuta nella sala del Cinema Antoniano – dichiara: “l’Antoniano è stato parte attiva nella produzione - soprattutto all’inizio - perché insieme a Piazza Grande gestivamo il dormitorio Rostom, è lì che abbiamo conosciuto Luca e iniziato a collaborare. Ci rendemmo subito conto del suo straordinario lavoro vedendo le immagini raccolte nel corso delle prime lunghe notti, con gli incontri e le prime testimonianze degli ospiti di allora. Non era soltanto straordinario conoscere le storie che raccontava, ma era straordinario anche scoprire come Luca raccontasse queste storie, con un’attenzione fortissima alla persona, alla narrazione personale di ciascuno; era bello ascoltare la storia di qualcuno cui probabilmente veniva data la parola per la prima volta.” E prosegue“Le produzioni dell’Antoniano solitamente sono diverse, ma noi ora siamo seduti in un cinema che è esattamente sopra la nostra mensa. Quando arrivai qui per la prima volta ricordo ancora le tre parole chiave scritte all’ingresso: Antoniano è arte, cultura, solidarietà.
L’arte e la cultura per noi si esprimono non solo nelle note delle canzoni del Piccolo Coro, nei nostri cartoni animati, ma anche attraverso la produzione di film importanti come questoperché in Antoniano ogni giorno le voci dei bimbi si uniscono all’aiuto alle famiglie, i passi di danza delle allieve dell’Accademia al supporto quotidiano dato agli ospiti della nostra mensa attraverso un aiuto concreto, stando vicino e ascoltando la persona. Ecco perché è importante che l’Antoniano ci sia nella produzione di film come questi.”
E conclude:“In un’intervista ho sentito Luca raccontare che mentre girava ha immaginato le persone che intervistava come se fossero dei pianeti; secondo me questa è una bellissima immagine perché come il pianeta in un momento della sua orbita non riesce a ricevere i caldi raggi del sole ma poi orbitando si avvicina, così speriamo che a tutte le persone incontrate arrivi finalmente il sole sul loro viso.”




Bookmark and Share

ULTIME NOTIZIE
Sabato 27 ottobre 2018
ore 21.00
Teatro Antoniano
27.10.2018
28, 29 e 30 settembre
a Bologna
all'interno del Festival Francescano!
28.09.2018
21 settembre: ore 18.00;
22 settembre: ore 16.00;
23 settembre: 16.00
21.09.2018
20 e 21 settembre: ore 21.00;
22 settembre: 18.30; 20.30; 22.30;
23 settembre: ore 18.30; 20.30
20.09.2018
13 settembre: ore 18.30; 21.00;
14 settembre: ore 18.30; 21.00;
15 settembre: 16.30; 18.30; 20.30; 22.30;
16 settembre: ore 16.30; 18.30; 20.30
13.09.2018
Mercoledì 12 settembre, ore 18.30
Antoniano di Bologna, via Guinizelli 13
12.09.2018
I 16 piccoli solisti delle 12 canzoni in gara
03.09.2018
Newsletter
 Aut. Tratt. Dati
Calendario Eventi



Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK